Lettera di convocazione (stralci)

Caritas Christi urget nos!

Torino, 5 agosto 2015

Carissime Sorelle,

                                               ci stiamo avvicinando velocemente alla celebrazione del Capitolo Generale. Sappiamo che questo evento è un momento particolarmente importante per la vitalità della Congregazione, tempo forte di verifica, di riflessione e di orientamento per una ricerca comunitaria della volontà di Dio, e che tutte dobbiamo impegnarci a viverlo con grande responsabilità, ma anche nella serena certezza che il Signore ci è accanto, ci guida e ci sostiene.

Con rinnovata fiducia in Dio, Padre buono e misericordioso che continuamente ci assiste con la sua amabile e Divina Provvidenza, […] con la presente lettera

CONVOCO  UFFICIALMENTE
IL  X  CAPITOLO  GENERALE

che avrà inizio il giorno

8  NOVEMBRE  2015
nella  Casa  COTTOLENGO  di  CELLE  LIGURE

 

TEMARinnovamento  o  sopravvivenza?

Dalla  stanchezza  alla  gioia:

cammino  evangelico  della  Suora  cottolenghina”

 

La celebrazione del Capitolo sarà preceduta dagli Esercizi Spirituali, tempo privilegiato di incontro personale con il Signore, tempo in cui, nel silenzio, nell’ascolto della Parola e nella preghiera, lo Spirito Santo ci illumina, ci purifica, ci converte, rigenera le nostre forze interiori e ci prepara a “comprendere la volontà di Dio, ciò che è buono e a lui gradito...” (Rm 12,2).

[…] L’obiettivo specifico del X Capitolo è arduo e impegnativo: “rinnovare la nostra vita religiosa cottolenghina riscoprendone la bellezza, evidenziandone le sfide, ritornando al primo amore, vivendo nella gioia e nell’abbandono.”

Perché davvero il Capitolo possa rispondere con efficacia a queste finalità e consapevole che “se il Signore non costruisce la casa invano vi faticano i costruttori”, chiedo a tutte, in particolare alle Sorelle di Vita Contemplativa e alle Sorelle anziane e malate, di intensificare la preghiera e l’offerta.

Nella lettera di Indizione del Capitolo del 7 ottobre 2014, avevo suggerito alcune preghiere comuni a tutte che dovevano accompagnare i lavori di partecipazione-consultazione pre-capitolare e che ora ripropongo:

  • La Preghiera per il Capitolo da pregare ogni giorno, possibilmente insieme.
  • Adorazione settimanale comunitaria con inserita la nuova formula dei Voti.
  • Il Rosario del sabato pregato in modo solenne, secondo uno schema comune, per invocare con Maria il dono dello Spirito Santo su tutto l’evento capitolare.
  • Lectio Divina comunitaria secondo il percorso proposto dalle schede di consultazione.
  • S. Messa offerta almeno una volta al mese per invocare luce e forza dallo Spirito di Dio.

Invito ancora a far conoscere l’evento che stiamo vivendo a tutti i Laici che avviciniamo a vario titolo, alle nostre Chiese locali, alle altre Congregazioni: a tutti chiediamo la carità di pregare per questa nostra intenzione!

In particolare ai Membri Aggregati alla nostra Congregazione, ai Sacerdoti e ai Fratelli Cottolenghini, ai nostri cari Ospiti e Padroni, ai Malati, ai Fratelli che accogliamo e serviamo, a tutti quelli che ci vogliono bene, chiediamo di pregare con noi il S. Rosario, il sabato o un altro giorno più opportuno, per chiedere insieme l’intercessione della S. Madonna per il buon esito del nostro Capitolo.

Dio, Padre buono e provvidente, nella sua misericordia, ci conceda di vivere questo evento in ascolto attento e in comunione fraterna, con cuore libero e con grande speranza.

Lo Spirito Santo che ha ispirato San Giuseppe Cottolengo a fondare la nostra Famiglia religiosa e che durante il IX Capitolo ci ha guidato nella riscrittura della nostra nuova Regola di Vita, ora già approvata dalla Santa Chiesa, continui a parlare al cuore di ciascuna Sorella Capitolare, ci mantenga “fedeli al Carisma fondazionale e al patrimonio spirituale del nostro Istituto” (V.C. 36) e ci guidi verso un rinnovamento radicale della nostra vita religiosa cottolenghina, perché ogni stanchezza, malcontento e tristezza lasci il posto alla vera gioia!

Maria, Madre di misericordia, ci ottenga di imitarla, oggi e sempre, nella sua fede e nella totale disponibilità ai progetti di Dio e ci aiuti a dire in ogni circostanza il nostro “fiat” con umiltà, con serenità e generosità sempre più grandi.

Assicuro la mia quotidiana preghiera per tutte e cordialmente vi saluto.

 

                                                  Con gratitudine,  in Domino

Madre Giovanna MASSE’
(Superiora generale)